giovedì 13 giugno 2013

Detersivo piatti e brillantante naturale fai da te

 La prima cosa con cui entrano a contatto gli alimenti sono le stoviglie, perciò è davvero importante che non vi siano residui di prodotti chimici.

Un accorgimento che comunque potete usare da subito senza alcuna fatica è sostituire il brillantante della lavastoviglie con aceto di vino bianco (la cui bassa acidità non rovina l'elettrodomestico, alcune marche lo indicano anche sul libretto di istruzioni) funziona benissimo, non costa praticamente niente e almeno l'ultimo risciacquo dei vostri piatti è del tutto naturale.

Poi se trovate un po' di tempo, vi do la ricetta del detersivo per i piatti:
  • 3 limoni grossi
  • 300 ml di aceto
  • 1/2 l di acqua
  • 250 gr di sale fino
Spremi il succo dai limoni (eliminando i semi) e con un pelalimoni ricava le scorzette che farai frullare con metà del succo. Aggiungi il sale, frulla ancora e versa il succo restante, amalgamando con il frullatore. In un pentolino fai bollire l’acqua, l’aceto e il composto di limone e sale per 15-20 minuti a fuoco basso. Fai raffreddare e frulla nuovamente il composto. Riempi un flacone o una bottiglia usata, ben pulita e asciutta.

Dosaggio: per la lavastoviglie 3 cucchiai; per lavare i piatti a mano, basta 1 solo cucchiaino, stessa dose se si vuole utilizzare come anticalcare per fornelli, lavello e sanitari.
Infine, ovviamente, stendete ad asciugare all'aria aperta, possibilmente al sole!

Torniamo seri: per quanto mi riguarda l'ho trovato utile a mano, un po' deludente in lavastoviglie, ma forse non lo avevo confezionato bene... provate e fatemi sapere... soprattutto se avete altre ricette!