domenica 19 marzo 2017

Questo è un Papà!

Ok, a volte le relazioni finiscono, pazienza! 

Perché la colpa non ricada sui figli, bisogna lasciar perdere la colpa: non è colpa di nessuno, punto. 

E' andata così.
Immagine correlata
I figli hanno diritto di vivere sereni nonostante tutto, di non doversi schierare, di poter amare liberamente mamma e papà senza sentirsi in colpa, senza essere usati come armi, contesi o ignorati.
Glielo dobbiamo come risarcimento per quella famiglia unita che non hanno più.
Glielo dobbiamo perchè possano conservare dentro di sè un'immagine di madre e padre positive che li
accompagnino nel loro cammino e nel loro essere un giorno genitori.
Glielo dobbiamo soprattutto perchè quando chiediamo loro di schierarsi contro un genitore, facciamo la violenza inaudita di chiedere loro di morire un po' rinunciando ad una parte di sè: il genitore interiorizzato.
Glielo dobbiamo perchè, anche se quella persona per noi ora fosse pessima, è l'unico Papà o Mamma che hanno e qualunque genitore è comunque meglio di nessun genitore.
Soprattutto glielo dobbiamo perchè glielo abbiamo scelto noi e non possiamo sbagliare due volte!
Infine glielo dobbiamo perchè lo dobbiamo a noi stessi: darci il diritto di andare oltre, avere figli felici, essere donne e uomini sereni, nonostante il doloroso fallimento di una relazione importante.

Qualcuno è abbastanza maturo e forte da riuscirci e un Papà così resta davvero a tutti gli effetti un Papà.


"È il compleanno della mia ex moglie, e le ho comprato dei fiori e un regalo. Qualcuno pensa che sia sciocco. Ma ecco perché lo faccio».


Risultati immagini per festa del papà pinterestÉ un messaggio breve, quello postato su Facebook da Billy Flynn Gadbois. Americano di Boston, padre di due figli. Divorziato. La sua storia, è quella di tanti. Quello che la rende un po’ speciale è proprio nelle sue parole. «Oggi è il compleanno della mia ex moglie, così mi sono alzato presto e ho comprato dei fiori e dei biglietti e un regalo da parte dei bambini per consegnarglielo e li ho aiutati a prepararle la colazione - ha scritto su “Love What Matters” - Come sempre qualcuno mi ha chiesto perché diavolo faccia ancora tutte queste cose per lei»

«Questo mi infastidisce - prosegue nella lettera aperta - Sto crescendo due piccoli uomini. L’esempio che io do nel modo in cui tratto la loro madre modifica in modo significativo la loro visione e il loro modo di trattare le donne, e influenza anche la loro percezione delle relazioni. Penso che questo sia ancora più vero nel mio caso, perché siamo divorziati. Se non siete di esempio per i vostri figli, se non insegnate loro a costruire delle buone relazioni, lo pagherete entrambi».

«Andate oltre e siate un esempio, questa cosa è più importante di voi stessi:

Crescete dei buoni uomini. Crescete delle buone donne. Per favore. Il mondo ha bisogno di loro, adesso più che mai».


Tratto da: Il Corriere della sera